Come catturare la “spazzatura spaziale”

da "La Stampa" del 25/02/2015 Video di Dario Migliardi - Interviste Antonio Lo Campo

25 febbraio 2015
Non è un problema di oggi, ma è sempre molto attuale. In orbita attorno alla Terra ruotano, a quote diverse, circa 20.000 frammenti di discrete dimensioni. Sono i cosiddetti detriti spaziali o “space debris”, che formano quella che è nota con il termine un po’ colorito di “spazzatura spaziale”. Si tratta di “pezzi orbitali” di vario genere, da satelliti abbandonati a frammenti di satelliti esplosi o di stadi di razzi abbandonati. Sono tutti ben monitorati e tenuti sotto controllo, ma il problema persiste e in futuro potrebbe portare a collisioni catastrofiche. Sono in corso però dei progetti che potrebbero porre fine a questo problema.
Video di Dario Migliardi
Interviste Antonio Lo Campo
Video