Selezione dei candidati al primo equipaggio di ragazzi in g-lunare

13 gennaio 2015

Volo Microgravitazionale

il primo equipaggio di ragazzi

Apprezzata dalla Presidenza del Parlamento, in avvio la nuova iniziativa di SpaceLand per una missione di volo microgravitazionale senza precedenti con il primo equipaggio di ragazzi protagonisti di sperimentazioni alle soglie della fantascienza.

Lanciata dal team dell' Ing. Carlo Viberti (già responsabile della tecnologia europea sulla base spaziale russa MIR e recentemente candidato primo ingegnere-astronauta sub-orbitale dall'Agenzia Spaziale), la selezione avverrà su base nazionale per ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori presso il campus SpaceLand al Centro Spaziale Europeo.

Il programma prosegue le sperimentazioni medico-scientifiche realizzato per il gruppo del Premio Nobel Levi-Montalcini sulle missioni SpaceLand decollate dal NASA Space Shuttle L.F. di Cape Canaveral, da dove l'uomo partì per la Luna. Info ed adesioni scrivendo a SpaceLand (at) SpaceLand.it

_________________________________________________________

SpaceLand sta lavorando, per tale programma, alla contestuale rivalorizzazione di infrastrutture e territori in Piemonte, Liguria e Veneto, con obiettivo di terra la generazione di un circuito di eccellenza a livello internazionale operativo per 12 mesi all'anno e fruibile da cittadini di ogni età, che potranno anche candidarsi alle attività in volo microgravitazionale per missioni paraboliche e sub-orbitali con apparati sperimentali di P.M.I., centri di ricerca, scuole ed università.

I ragazzi selezionati diventeranno operatori di bordo per progetti sia di ricerca e sviluppo medico-scientifico sia di innovazione tecnologica in assenza di peso, con l'apertura di nuove prospettive di istruzione, formazione e lavoro contestuali anche all'avvio del cosiddetto "turismo scientifico aerospaziale".

L'opportunità illustrata ai vertici del Parlamento è co-finanziata con fondi propri dell'Associazione COSMO SpaceLand ONLUS e con il supporto della società SpaceLand Italia SRL, come presentato in convegni internazionali organizzati da SpaceLand e patrocinati da enti italiani ed esteri di assoluta eccellenza quali la Vice-Presidenza della Comunità Europea, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, l'Agenzia Spaziale Europea e quella italiana.

Con vari esperimenti all'avanguardia in tecnologia, scienza e conoscenza, svolti anche per Politecnico ed Università di Scienze Motorie di Torino, i voli SpaceLand in assenza di peso ed in gravità lunare e marziana proseguiranno anche le sperimentazioni neurobiologiche iniziate con l'undicenne Kim Marco Viberti in volo per lo "European Brain Research Institute" del Premio Nobel Rita Levi-Montalcini con CNR ed Istituto Superiore di Sanità, volti comprendere il funzionamento del cervello anche per contrastare patologie quali l'Alzheimer ed altre sindromi neuro-degenerative; coinvolto anche il Dipartimento di Neuroscienze dell'Università di Torino, a supporto degli studi dell'ente, con il quale l'Ing. Viberti ha firmato una proposta in valutazione alla NASA.

Il programma potrà valorizzare varie infrastrutture nei rispettivi territori per formazione e specializzazione tecno-scientifica aperte all'utenza internazionale, coinvolgendo cittadini di ogni età e ceto sociale e preparando i primi equipaggi di giovani e meno giovani allo storico decollo in "micro-g"; a bordo saranno anche inseriti rappresentanti della terza età sulla base del successo delle precedenti missioni tecno-scientifiche SpaceLand alla NASA con il 93enne Cesare, l'86enne Ugo ed Elma, la prima donna disabile della storia in volo in gravità lunare e zero-g.

L'operazione potrà porre l'Italia ai vertici della cultura tecno-scientifica ed aerospaziale con un ruolo di leadership anche per l'innovazione dell'offerta turistica ad alto contenuto scientifico, grazie alla possibilità di decollo delle missioni SpaceLand da aeroportit italiani, caratterizzando i rispettivi territori nel mondo come primo Circuito di Eccellenza per Microgravità e Turismo Spaziale.

Per supportare la storica operazione, i cittadini potranno gratuitamente devolvere il "5 x 1000" della propria dichiarazione dei redditi inserendo nella sezione VOLONTARIATO il nome "Associazione Culturale COSMO SpaceLand ONLUS" e scrivendo il codice fiscale nr. 955.759.000.14